27 C
Trapani
giovedì, agosto 16, 2018
Home ISOLE EGADI

ISOLE EGADI

L’arcipelago delle Egadi costituito da tre isole principali, Favignana, Levanzo e Marettimo e da alcuni isolotti e scogli, è posto a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, fra Marsala e Trapani.Tracce di antichissimi insediamenti umani sono stati rilevati a Levanzo e Favignana e ciò presuppone che l’ultima glaciazione creò un passaggio naturale tra l’Africa e la Sicilia.Nel 241 a.C. i Romani conquistarono le Egadi dopo la battaglia navale finale della Prima Guerra Punica.Dopo il crollo dell’impero romano le isole furono meta di conquista dei Vandali, dei Goti  ed in seguito dei Saraceni. Nel 1081 vennero occupate e fortificate dai Normanni per poi divenire proprietà dei Pallavicini-Rusconi prima e, successivamente, dei Florio, nel 1874.Favignana, la più grande delle tre, si trova a circa 9 miglia ad ovest di Trapani, ha una superficie di 19,38 Kmq e uno sviluppo costiero di 33 Km di rocce frastagliate, ricche di cavità e di grotte. Anticamente il nome di Favignana era Aegusa termine che significa farfalla data la forma dell’isola. Il nome attuale deriva da Favonio che è il nome di un vento caldo di ponente che ne determina il clima molto mite. Dall’interno del paese è possibile accedere alle cave di tufo e di arenaria che si trovano nel quartiere S. Anna, il nucleo più antico dell’abitato, edificato nella metà del 1600 e dove si nascondono i giardini ipogei. Affacciata sul porto sorge invece l’ottocentesca Tonnara dei Florio, pregevole esempio di archeologia industriale . A poche miglia da Favignana si trova Levanzo: l’isola più vicina alla costa trapanese, con un piccolo porto, e un adorabile paesino. Levanzo si trova a circa 8 miglia ad ovest di Trapani, conosciuta fin dall’antichità quando veniva chiamata Phorbantia dal nome di una particolare spezia presente sull’isola. Più piccola rispetto a Favignana e Marettimo è un paradiso incontaminato con coste alte e scoscese a strapiombo sul mare. Al porticciolo di Cala Dogana, che come tutto il paesino, è posto in un’insenatura naturale a sud dell’isola, attraccano più volte al giorno aliscafi e traghetti provenienti da Trapani. A Levanzo dimenticate l’automobile: l’isola si può percorrere a piedi o in bicicletta, attraversando la strada principale che la taglia da nord a sud. Da non perdere il giro in barca per godere dal mare la vista delle numerose e splendide cale e calette. Di straordinario interesse è la visita alla “Grotta del Genovese” famosa per le testimonianze di arte preistorica del periodo paleolitico – con graffiti di cervidi, bovidi ed equidi  e quelle del periodo neolitico, con figure dipinte tra le quali spicca un tonno, protagonista da sempre delle attività economiche delle Isole Egadi. Infine  sull’altipiano che domina l’isola a meno di 300 mt. sul livello del mare, si possono ammirare le “Case Florio”, antico edificio circondato dai resti di una fattoria. A 38 chilometri ad ovest da Trapani emerge da splendide acque cristalline Marettimo: l’isola più montuosa e verdeggiante dell’arcipelago delle Egadi, ricca di suggestive grotte raggiungibili in barca – splendide quelle del Cammello, del Presepe e della Bombarda. Sulla Punta Troia è visibile una fortezza borbonica un tempo adibita a prigione. La visita all’isola è oggi agevolata dalla presenza di sentieri pedonali che consentono di apprezzarne il fascino; proseguendo lungo uno di questi si raggiunge la fonte Pegna, dove sopravvive una piccola pineta. Tipiche di Marettimo sono anche numerose specie vegetali appartenenti alla macchia mediterranea.Le tre isole con le due minori, Formica e Maraone, sono ricomprese nella Area Marina Protetta delle Egadi, la più vasta d’Europa .