MARE E CULTURA. LE ISOLE CHE TI SORPRENDONO

AREA MARINA PROTETTA “ISOLE EGADI”

Le isole Egadi offrono, oltre al mare, due importanti musei, l’ex Stabilimento Florio e il Castello di Punta Troia e sono, esse stesse, scrigno di conservazione costituendo l’Area Marina Protetta (AMP) Isole Egadi, la riserva marina più grande d’Europa. È un’area a elevata biodiversità: nei fondali si trova l’habitat protetto della prateria di Posidonia oceanica più estesa e meglio conservata del Mediterraneo (12.000 ettari). La Posidonia è una pianta marina; rappresenta il polmone verde dei nostri mari: produce ossigeno e assorbe anidride carbonica; ospita riproduzione e crescita di centinaia di specie d’organismi, costituendo un vero e proprio asilo nido sottomarino; contribuisce a mitigare l’erosione costiera attraverso la formazione delle banquette, strutture prodotte delle foglie morte che con le mareggiate ritroviamo sulle spiagge. Tra le specie protette alle Egadi è stata accertata la presenza della rarissima Foca monaca, specie simbolo del Mediterraneo. Alcuni esemplari scelgono le Egadi per la stagione riproduttiva durante l’inverno. Nelle acque dell’AMP nuota anche la tartaruga marina Caretta caretta. Nell’AMP si contano 77 siti di immersioni, superficiali o profonde, in grotta o su siti archeologici sottomarini (alle Egadi si svolse la battaglia navale tra romani e cartaginesi). L’AMP è suddivisa in quattro zone a differente livello di protezione (A, B, C e D) con diverse possibilità d’accesso. È necessario informarsi sulle regole di fruizione attraverso il sito istituzionale.

IL CENTRO DI PRIMO SOCCORSO
Il Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’Area Marina Protetta Isole Egadi nasce con l’obiettivo di creare un punto di riferimento sul territorio per la cura e il recupero di tartarughe in difficoltà.  Il Centro grazie ai finanziamenti del progetto Life+12 TARTALIFE finanziato dalla Comunità Europea diventerà nel 2018 Centro Recupero Tartarughe.
Per maggiori informazioni contattare gli uffici dell’AMP al numero: 0923.921659.

Se trovi una tartaruga in difficoltà contatta il numero dedicato “SOS TARTA” 328.3155313, operativo H24.

LA ZONAZIONE
4 sono le zone in cui è suddivisa l’area, con differente livello di protezione, regolamentazionee fruibilità.
RISPETTA IL MARE! INFORMATI SULLE REGOLE

Area Marina Protetta “Isole Egadi”
Piazza Europa – Favignana (TP)
Tel. 0923.921659 – Fax 0923.922035
www.ampisoleegadi.it
info@ampisoleegadi.it

COMUNE DI FAVIGNANA

L’EX STABILIMENTO FLORIO

È un esempio, perfettamente conservato, di archeologia industriale.
L’ingresso (biglietto 6 euro; gratuito per i minori fino a 18 anni) è consentito tutti i giorni dalle ore 10 alle 13.30 e dalle ore 17 alle 23.
La visita guidata multilingue, per conoscere il passato legato alla popolazione locale e alla tonnara, è gratuita. I biglietti sono in vendita solo presso il museo. Alcuni locali dell’Ex Stabilimento sono stati destinati al nuovo Centro di Recupero Tartarughe Marine dell’AMP, in cui sono stati allestiti uno stabulario per le tartarughe e un’aula per le attività di educazione ambientale.

IL CASTELLO DI PUNTA TROIA 

Museo delle Carceri, a Marettimo è fruibile tutti i giorni dalle ore 10.30 alle ore 16.30. Edificato a strapiombo sul mare, in cima a un promontorio, sorge sulle fondamenta di una torre d’avvistamento saracena del IX secolo. Nel XII secolo Ruggero II, re normanno di Sicilia, fortificò le postazioni difensive delle Egadi, tra le quali la torre di Punta Troia. Nel 1600 gli Spagnoli edificarono l’attuale castello. La cisterna, detta la Fossa, fu poi adibita a prigione. Dalla fine del ‘700 il Castello divenne carcere per prigionieri politici, fino al 1844, quando Ferdinando II di Borbone, dopo un’ispezione, ne decise la chiusura. Restaurato, ospita il Museo delle Carceri e l’Osservatorio Foca Monaca dell’AMP delle Isole Egadi.

COMUNE DI FAVIGNANA
ASSESSORATO AL TURISMO
Info Point:
c/o Palazzo Florio – Via Florio, snc
Favignana (TP)
Tel. 0923 925443 / 0923.920011
www.comune.favignana.tp.gov.it
info@welcometoegadi.it