La Provincia di Agrigento

Agrigento è la Valle dei Templi

Nulla identifica l’antica Akragas, più dell’Acropoli e della maestosità dei Templi dorici della Concordia, di Hera, di Eracle. Un complesso archeologico che non ha eguali: undici Templi in ordine dorico, fortificazioni, opere idrauliche, tre santuari, sei necropoli, due agorà.

La città è profondamente legata a questo passato e il Tempio di Atena, costruito lontano dalla valle, è inglobato nel centro storico e su di esso oggi sorge la Chiesa Medievale di Santa Maria dei Greci con il suo meraviglioso portale in stile gotico chiaramontano.

La città, almeno la parte vecchia, identificabile con la collina dell’antica Girgenti ha un impianto tipicamente medievale e ne conserva ancora alcune architetture in chiese, monasteri, conventi e palazzi nobiliari. Di impianto arabo-normanno sono la Cattedrale di San Gerlando, Palazzo Steri, Basilica di Santa Maria dei Greci, il Complesso Monumentale di Santo Spirito e le Porte della Cinta Muraria.

La casa di Pirandello

Fuori Agrigento, in contrada Caos, a pochi chilometri da Porto Empedocle, c’è la casa natale di Luigi Pirandello, divenuta museo dove sono conservati oggetti personali, foto, lettere, manoscritti, dello scrittore premio Nobel e il vaso greco servito per traslare le sue ceneri dal cimitero del Verano ad Agrigento. A pochi passi dalla casa c’è il luogo, a strapiombo sul mare, della sepoltura delle ceneri.

La Provincia di Agrigento - 1

Sciacca

La città di Sciacca si sviluppa su un impianto urbano islamico, come dimostra il Quartiere del Rabato. Da vedere la Torre del Pardo costruzione d’epoca medievale e il vicino quattrocentesco Palazzo Perollo in stile tardo-gotico, ed ancora l’ex Chiesa di San Gerlando con il bel portale in pietra e in ultimo la Chiesa di Santa Margherita in stile gotico-catalano.

Una passeggiata nel centro storico permette anche di ammirare botteghe e laboratori di produzione di oggetti in ceramica che fanno di Sciacca una delle città dell’arte ceramica siciliana con Caltagirone, Santo Stefano di Camastra, Erice, e Burgio.

La Provincia di Agrigento - 2

Le riserve naturali

Per chi ama la natura la provincia di Agrigento offre la possibilità di escursioni, a piedi, a cavallo, in mountain bike tra i sentieri del Parco dei Monti ai confini della provincia di Palermo e che raggruppa quattro Riserve Naturali: Riserva Naturale Orientata Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio, Riserva Naturale Orientata Monte Carcaci, Riserva Naturale Orientale Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco e la Riserva Naturale Orientale Monte Cammarata.

Sei i comuni agrigentini all’interno del parco: Bivona, Burgio, Cammarata, Sambuca di Sicilia, San Giovanni Gemini e Santo Stefano di Quisquina.
A Burgio nel Convento dei Cappuccini, c’è il Museo delle Mummie, con vestiti e monili originari del XVIII e XIX secolo, inquietante e affascinante allo stesso tempo.
Sambuca di Sicilia, che si affaccia sul lago Arancio, nel 2016 si è guadagnato il titolo di Borgo più bello d’Italia: vale la pena una gita per capire il perché. Nei pressi del Lago Arancio c’è il Fortino Arabo di Mazzallakkar, restaurato, del quale emergono le torri nei soli mesi estivi, quando il livello del lago si abbassa.

La Provincia di Agrigento - 3

La gastronomia

La gastronomia agrigentina spazia dai piatti tipici della costa a base di pesce a quelli contadini dell’interno. Da assaggiare u Taganu, o Tianu, tipico del paese di Aragona. Il nome è mutuato dal tegame (tianu in dialetto) nella quale veniva preparata la pietanza. U Tiano in passato si serviva solo il sabato di Pasqua; la pasta viene condita con ragù, uova e formaggio per vari strati.

Potrebbe piacerti anche

Lampedusa: l’isola africana
  • Lampedusa
  • Mare e Montagna

Lampedusa: l’isola africana

Lampedusa è un pezzo d’Africa in Europa. Non è solo una immagine figurata ma è, prima di tutto, una verità sci...

  • Fabio Pace
  • 24 maggio 2021
Salina. Isola di contrasti unici al mondo
  • Salina
  • Cibo e Sapori

Salina. Isola di contrasti unici al mondo

Giunti a Salina si coglie la sensazione di trovarsi in montagna. L’imponenza delle due gobbe rocciose, le case dis...

  • Antonella Poma
  • 19 maggio 2021
Arance, limoni, cedri e mandarini
  • Trapani
  • Reportage

Arance, limoni, cedri e mandarini

Arance, limoni, cedri e mandarini raccontano la Sicilia, ne sono simboli iconici. La Sicilia, terra di poeti e le...

  • Stefania Martinez
  • 10 giugno 2021
Santa Crescenza e la sua cappella a San Vito
  • San Vito Lo Capo
  • Territorio e Architettura

Santa Crescenza e la sua cappella a San Vito

La Cappella di Santa Crescenza; qui il giovane Santo Vito e i suoi tutori Crescenza e Modesto intorno all’anno 285...

  • Ninni Ravazza
  • 10 giugno 2021
I Tramonti di Trapani
  • Trapani
  • Esperienze e Itinerari

I Tramonti di Trapani

Chi non s’è fermato ad ammirare un tramonto o non ha approfittato dei suoi magici colori per rendere speciale un ...

  • Paola Corso
  • 18 maggio 2021
A Palermo una mostra per conoscere Van Gogh
  • Palermo
  • Eventi

A Palermo una mostra per conoscere Van Gogh

Una mostra per conoscere Van Gogh, le sue opere, la sua vita, i travagli oscuri di un'anima tormentata intrappolati ...

  • Fabio Pace
  • 19 settembre 2021