Erice, la montagna del Signore

Itinerario tra fede ed architettura

Il borgo di Erice è ricco di chiese. Vi sono state erette a segnare, oltre che la profonda devozione degli ericini, il ruolo politico ed economico esercitato dal clero, insieme alle famiglie latifondiste, sul vasto territorio che andava dalle falde ericine fino alle porte di Castellammare del Golfo. Un territorio ancora oggi denominato agro ericino.

Erice, la montagna del Signore - 1

La Matrice

La più importante delle chiese ericine è la Matrice, dedicata alla Vergine Assunta ed eretta nel XIV sec nei pressi di Porta Trapani. Di fronte alla facciata principale sorge il poderoso campanile a due ordini di bifore gotiche di tipo chiaramontano e coronato da una merlatura ghibellina.Quello che oggi viene individuato come il campanile della Chiesa Madre in realtà fu fatto costruire da Federico III D’ Aragona nel 1312 come torre di vedetta. La chiesa fu costruita con materiale proveniente dal tempio della Venera Ericina.

Erice, la montagna del Signore - 2

Sotto le quattro arcate ogivali si apre uno straordinario portale gotico che nella parte superiore nasconde un magnifico rosone.
Nel corso dei secoli la chiesa fu più volte rimaneggiata. L’interno, che crollò nel 1853, fu ricostruito in stile neo-gotico e presenta tre navate con volte a crociera.
La chiesa custodisce un museo con opere di Domenico Gagini (1420-1492), frammenti di affreschi della scuola catalana del XV secolo ed un ricco tesoro devozionale nel quale spiccano un ostensorio del 600 su piede del 400 e una croce in lamina d’argento anch’essa del 400.

Erice, la montagna del Signore - 3
Ph: Comune di Erice

Museo di Erice, la Montagna del Signore

La Diocesi di Trapani per condividere con i turisti le bellezze del borgo di Erice e delle sue chiese ha realizzato il “museo diffuso” o MEMS (Museo di Erice, la Montagna del Signore), un itinerario nel borgo medievale. Acquistando il biglietto si ottiene una cartina con il percorso consigliato ed è così possibile accedere alle chiese che vi sono segnate. Ogni volta che si visita una chiesa l’addetto dell’ufficio turistico la smarca da quelle in elenco sul biglietto.

Le chiese consigliate oltre al Duomo sono: la Chiesa di San Martino, di San Giuliano e quella di San Giovanni.

San Martino fu costruita in epoca normanna. Alla fine del 1600 venne demolita e ricostruita: l’attuale portale è in stile barocco. La pavimentazione in parte è costituita da lastre tombali del XVII e XVIII secolo e, in parte, impreziosita da mattonelle che riproducono un originario disegno del 1700.

La chiesa di San Giovanni, la più grande di Erice, ospita oggi attività culturali e concerti. Al suo interno è però ancora conservata una scultura di Antonio Gagini, scultore della scuola rinascimentale siciliana.

San Giuliano ospita da qualche anno i Misteri, gruppi statuari che rappresentano la passione di Cristo e che dalla seconda metà del ‘700 vengono portati in processione il Venerdì della settimana santa per le vie del borgo analogamente a quanto avviene a Trapani.

A causa delle precarie condizioni strutturali della chiesa di Sant’Orsola, la tradizionale chiesa dell’“Addulurata”, loro naturale sede, i Misteri, recentemente restaurati, sono custoditi nella chiesa di San Giuliano.

Erice, la montagna del Signore - 4
Sant'Orsola (Ph. Comune di erice)

Potrebbe piacerti anche

Erice e i suoi caratteristici tetti
  • Erice
  • Territorio e Architettura

Erice e i suoi caratteristici tetti

Alla scoperta di un "altro" panorama

Dal suo altopiano di forma triangolare, Erice domina come una terrazza sul mare. Lungo i percorsi esterni si ammiran...

  • Paola Corso
  • 12 maggio 2021
Erice e i suoi cortili
  • Erice
  • Territorio e Architettura

Erice e i suoi cortili

Erice medievale. Ad un primo sguardo il borgo, con il suo impianto urbanistico, si consegna all’immaginario del vi...

  • Angela Volo
  • 27 luglio 2022
Erice in inverno. Il fascino della nebbia
  • Erice
  • Territorio e Architettura

Erice in inverno. Il fascino della nebbia

Erice (Monte San Giuliano), 751m sul livello del mare, è per i trapanesi un punto di riferimento tale d’aver meri...

  • Francesca Adragna
  • 1 giugno 2021
Erice: i giardini del balio, le torri e la torretta Pepoli
  • Erice
  • Territorio e Architettura

Erice: i giardini del balio, le torri e la torretta Pepoli

Muovendo dalle strade lastricate del Borgo medievale di Erice quattro varchi conducono ai giardini del Balio, ora pr...

  • Stefania Martinez
  • 28 maggio 2021
Il castello di Venere ad Erice
  • Erice
  • Territorio e Architettura

Il castello di Venere ad Erice

Il tempio dell’amore divenuto fortezza

Il Castello di Venere, avvolto nella nebbia, è una delle immagini più suggestive di Erice. La nebbia sfuma alla vi...

  • Fabio Pace
  • 26 luglio 2022
Custonaci e le montagne graffiate
  • Custonaci
  • Territorio e Architettura

Custonaci e le montagne graffiate

Natura e lavoro dell'uomo nel paesaggio

Le risorse del territorio trapanese sono davvero tante: coste e montagna, vigneti a perdita d’occhio, uliveti e ag...

  • Francesca Adragna
  • 18 maggio 2021