Macari. Il borgo felice  

Macari propone la solita consumata diatriba tra gli amanti del mare. Meglio la spiaggia o gli scogli? Meglio i ciottoli arrotondati dall’incessante moto delle onde, o la sabbia bianca e fine di San Vito Lo Capo? Quale che sia la risposta, infine, l’unica vera differenza tra Macari e San Vito è proprio la conformazione del litorale.
Il mare di Macari, poi, non ha nulla da invidiare alle acque della vicinissima San Vito. L’origine dell’insediamento abitato, poi, è lo stesso.

Macari. Il borgo felice   - 1

Macari è solo 3 chilometri prima di San Vito Lo Capo ed altro non è, almeno il nucleo originario di abitazioni ancora riconoscibili, che un borgo di origini marinare. Poco più di 50 o 60 famiglie, forse neppure 200 abitanti nei mesi invernali, qualche migliaio in quelli estivi. La particolarità è che non si tratta del classico borgo marinaro sulla costa, dalla quale dista in linea d’aria meno di un chilometro.

Il nucleo di case della vecchia Macari si trova su un leggero pendio, a mezza costa del monte, con alle spalle una ripida parete rocciosa che scollinando sull’altro versante si apre sulla Riserva Naturale Orientata dello Zingaro. Makari domina il Golfo di Cofano e lo sguardo dal paesino, ma anche dalla piana, abbraccia Monte Cofano, altra area di riserva a picco sul mare, e Cala Mancina.

Macari. Il borgo felice   - 2

Fu probabilmente luogo di insediamento di pescatori ma anche di contadini. Un borgo ameno, come lascerebbe intuire l’assonanza con l’aggettivo greco “makarios”: felice. Ma forse la distanza dalla costa fu anche misura di difesa dalle frequenti scorrerie dei pirati barbareschi come testimoniano le numerosi torri di avvistamento, di epoca cinquecentesca e seicentesca, ma alcune costruite su torri preesistenti, che costellano tutto il litorale da Trapani a Castellammare del Golfo. La più vicina al borgo di Macari è la torre di Isulidda costruita a strapiombo sulla scogliera della piana che guarda, insieme a quella di Cofano, all’ampio specchio del golfo.
Una torre che sorveglia dall’alto docili scogliere e le splendide calette. “Scogghi e cuticchi”, scogli e ciottoli, è questa la costa di Makari. Poco più di 3 o 4 chilometri lungo i quali cale e scogliere piatte e basse, tutto sommato facilmente praticabili, si alternano.

Macari. Il borgo felice   - 3

Le acque sono più fredde di quelle della vicina San Vito Lo Capo e le correnti marine più robuste, mai comunque pericolose. Nelle calette di ciottoli i fondali digradano rapidamente, quasi tutte le scogliere si affacciano su fondali non profondissimi ma che richiedono comunque un minimo di perizia nel nuoto e nell’acquaticità. La zona è molto frequentata da bagnanti, soprattutto la Baia Santa Margherita, tra Makari e la frazione di Castelluzzo.

Potrebbe piacerti anche

San Vito Lo Capo: “amarcord” e modernità
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

San Vito Lo Capo: “amarcord” e modernità

Dal Mare al Free Climbing

Negli anni sessanta San Vito Lo Capo era, ancora, un borgo di pescatori. Un tratto di costa tra il promontorio di Mo...

  • Fabio Pace
  • 31 maggio 2021
San Vito lo Capo: la patria dell'ozio
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

San Vito lo Capo: la patria dell'ozio

Il vizio elevato a virtù

«Tutti sono capaci di lavorare. Pochi conoscono l’arte dell’ozio». Aforisma di Alessandro Morandotti che ci in...

  • Fabio Pace
  • 26 luglio 2022
A San Vito Lo Capo il paradiso del free climbing
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

A San Vito Lo Capo il paradiso del free climbing

A mani nude su Monte Monaco

Monte Monaco a San Vito Lo Capo è la montagna che incombe sulla spiaggia, elemento insostituibile, forse anche un p...

  • 26 luglio 2022
I fondali da San Vito fino a Scopello  
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

I fondali da San Vito fino a Scopello  

Il Kent ,"la nave dei Corani"

“La nave dei Corani”. Denominazione di grande fascino per il Kent, un cargo cipriota affondato sotto la costa di...

  • Fabio Pace
  • 7 maggio 2022
Baia Santa Margherita. La spiaggia da riscoprire
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

Baia Santa Margherita. La spiaggia da riscoprire

La Baia Santa Margherita, un tratto di costa di due chilometri e mezzo incastrato tra il monte Cofano e le falesie d...

  • Francesca Adragna
  • 18 maggio 2021
San Vito lo Capo. La spiaggia più bella d'Italia
  • San Vito Lo Capo
  • Mare e Montagna

San Vito lo Capo. La spiaggia più bella d'Italia

Due chilometri di sabbia tropicale

La spiaggia più bella d’Italia per due anni consecutivi è stata quella di San Vito Lo Capo. Affermazione impegna...

  • Stefania Martinez
  • 2 agosto 2022