Marco De Bartoli

Interprete autentico del vino Marsala

Caso strano quello di Marco De Bartoli. Quando si parla di lui e dei suoi vini, la critica incontra il pubblico e i giornalisti si prostrano docilmente al “mostro sacro del Marsala”.
Lo stesso produttore che non si è mai inchinato alla stampa e che invece ha sempre risposto alle domande senza piaggeria e con poca voglia di mettersi in mostra.
Genio e sregolatezza nella vita, di lui rimangono famose le corse sulle auto d’epoca, vera passione dopo quella per il Marsala, ma ancor di più i suoi potenti vini, gli unici che a dispetto dei tempi, hanno scavalcato le guide e sono rimasti nell’Olimpo dei vini da meditazione.

Marco De Bartoli - 1
Marco De Bartoli (Ph: www.marcodebartoli.com)

Marco De Bartoli, che è venuto a mancare nel 2011, dopo una lunga malattia che lo ha vinto all’età di sessantasei anni, è ancora oggi l’icona del Marsala di qualità.
Il Vecchio Samperi, il suo vino più famoso
, non è classificabile sotto nessuna tipologia di Marsala, poiché è un Vergine realizzato mediante il metodo Soleras (in cui il vino dell’ultima annata viene assemblato alle annate precedenti ed affinato in botti di rovere francese) e invecchiato per venti o trenta anni. La volontà di non appartenere a nessuna categoria, di rompere le righe ed essere sempre e comunque fuori dagli schemi era nel carattere di Marco, così schivo e volutamente lontano dai riflettori.

Marco De Bartoli - 2

L’azienda, che porta il suo nome, continua ad essere gestita dai figli Renato, Sebastiano e Josephine. E come nel metodo Soleras le nuove annate conservano il sapore e il carattere di quelle precedenti, così anche Renato, Sebastiano e Josephine custodiscono la passione di Marco per il Marsala.
La stessa passione che ha reso i suoi vini senza tempo.

Potrebbe piacerti anche

Fabio Leonardi: consigli ai sub neofiti
  • Pantelleria
  • Personaggi ed interviste

Fabio Leonardi: consigli ai sub neofiti

Dal profondo blu di Pantelleria

Il mare di Pantelleria ha colori diversi. Forse è solo la sensazione che coglie chi guarda tra le onde. Forse è ...

  • Fabio Pace
  • 27 luglio 2013
Il Museo Pepoli, uno scrigno di tesori
  • Trapani
  • Personaggi ed interviste

Il Museo Pepoli, uno scrigno di tesori

Il direttore Luigi Biondo ci guida tra le sale e le opere d’arte

Il Museo Pepoli, nacque nel XIII secolo come convento carmelitano, dal 1906, per volontà del suo fondatore, Agostin...

  • Fabio Pace
  • 9 giugno 2015
Anissa Helou. Intervista alla chef libanese che ha scelto Trapani
  • Trapani
  • Personaggi ed interviste

Anissa Helou. Intervista alla chef libanese che ha scelto Trapani

Questione di chimica e di tempo

La casa della chef internazionale Anissa Helou si affaccia sul mare di Trapani. Dalla terrazza si dominano l’orizz...

  • Fabio Pace
  • 15 settembre 2022
Sebastiano Tusa. L’uomo del Mediterraneo
  • Trapani
  • Personaggi ed interviste

Sebastiano Tusa. L’uomo del Mediterraneo

Nelle vene spirituali di Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale e assessore ai Beni culturali della Regi...

  • Fabio Pace
  • 20 agosto 2019
Quelle viti ad Occidente
  • Marsala
  • Reportage

Quelle viti ad Occidente

Il primo atto di riconciliazione con la terra, compiuto da Noè sbarcato dall’arca dopo il diluvio universale, è ...

  • Fabio Pace
  • 27 luglio 2018
Il Marsala. Un gusto molto “British”  
  • Marsala
  • Storia e Tradizioni

Il Marsala. Un gusto molto “British”  

Il Marsala è stato inventato dagli inglesi. Frutto di una serie di coincidenze fortuite e grazie ad una brillante i...

  • Angela Volo
  • 2 agosto 2022