PASTA CON I RICCI (Pasta cu i rizzi)

Per questo piatto si usa la polpa di riccio color corallo contenuta in cinque gonadi poste a raggiera all’interno del guscio. Per estrarla i ricci vanno aperti, in particolare va tolta la parte superiore meglio con l’ausilio di una pinza taglia ricci, ma i più abili usano anche le forbici. A questo punto occorre svuotare il riccio dall’acqua e dalle piccole alghe scure e poi con un cucchiaino vanno prelevate le gonadi. Per averne un quantitativo discreto armatevi di pazienza e svuotatene tanti, raccogliendo la polpa in una ciotola. In alternativa si può usare quella surgelata o in barattolo, sicuramente meno saporita, ma più facile da reperire in supermercati o negozi specializzati. La pasta con i ricci è un piatto semplice da cucinare, si usano pochissimi ingredienti, ma per prepararlo ad hoc bisogna attenersi alle regole necessarie per la buona riuscita del piatto: la pasta deve essere rigorosamente al dente per evitare che gli spaghetti si incollino tra loro una volta aggiunta la polpa e l’aglio deve esserci, ma non deve coprire troppo il sapore di mare della preparazione (per cui non esagerate con la quantità e usatelo intero). Altra regola fondamentale: non bisogna assolutamente cuocere la polpa di riccio che va cosparsa cruda sulla pasta ancora calda.

Ingredienti per 4 persone
400g di spaghetti o linguine
200 g di polpa di riccio
2 spicchi d’aglio
½ bicchiere di vino bianco
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe q.b
Prezzemolo (un mazzetto)

PREPARAZIONE
Soffriggete in un saltapasta 2 spicchi d’aglio schiacciati e dei gambi di prezzemolo con olio; non appena gli spicchi saranno dorati, sfumate con il vino bianco. Togliete dalla padella sia l’aglio, sia il prezzemolo. Scolate la pasta molto al dente e aggiungetela al soffritto facendola saltare con qualche cucchiaiata di acqua di cottura della pasta, in questo modo gli spaghetti rilasceranno amido che contribuirà a rendere “cremoso” il tutto. A questo punto aggiungete a fuoco spento la polpa di riccio, pepe macinato al momento e abbondante prezzemolo tritato, mescolate e servite.