Licata, venti chilometri di spiagge e scogliere

Da Torre di Gaffe alla Scala dei Turchi

Licata offre oltre venti chilometri di coste, spiagge e scogliere. Partendo da Torre di Gaffe si trova un lunghissimo arenile quasi per nulla abitato, ideale per chi ama la solitudine o ascoltare il frangersi delle onde. La sabbia, fine e dorata, è una delle peculiarità di questo tratto di mare. La monotonia della spiaggia sabbiosa è spezzata dalla Rocca di San Nicola, paradiso per i subacquei e per chi ama esplorare i fondali marini. Numerose campagne archeologiche subacquee hanno rinvenuto, proprio in questo punto, eccezionali reperti storici oggi custoditi nel museo cittadino.

Licata, venti chilometri di spiagge e scogliere - 1

Da qui in poi è tutto un susseguirsi di piccole calette seminascoste e certe volte impossibili da raggiungere se non via mare. In alcuni casi, come lungo la baia San Nicola, si trovano stabilimenti balneari che offrono ogni genere di servizio. Le baie di Poliscia e Mollarella, speculari tra di loro, sono tra le più frequentate e attrezzate di tutta la costa, lo standard dei servizi è di ottimo livello. Al riparo dai venti e dalle correnti sono adatte ai più piccoli ed alle famiglie.

Licata, venti chilometri di spiagge e scogliere - 2

Anche in questo tratto di costa le bellezze del paesaggio si mescolano alla storia dei luoghi, tanto che ancora oggi è possibile cogliere le tracce di insediamenti preistorici. Le spiagge di sabbia lasciano nuovamente posto a chilometri di scogliera scoscesa e a piccolissime calette dove anche in due si fatica a trovar posto. Questa zona torna ad essere il paradiso dei sub.

Licata, venti chilometri di spiagge e scogliere - 3

Marianello, con i suoi calanchi di argilla che al tramonto danno forma a suggestivi riflessi, è la spiaggia cittadina per eccellenza; a meno di un chilometro dal centro della città può essere raggiunta a piedi. In provincia gettonatissima la Scala dei Turchi, si trova a Realmonte ed è tappa immancabile di ogni tour nell’agrigentino. È una imponente scogliera di Marna Bianca che si tuffa nel mare cristallino. Altro punto di interesse è Punta Bianca, come la Scala dei Turchi è formata di marna gessosa ed è molto suggestiva.

Licata, venti chilometri di spiagge e scogliere - 4

Potrebbe piacerti anche

Lampedusa: l’isola africana
  • Lampedusa
  • Mare e Montagna

Lampedusa: l’isola africana

Il paradiso delle Pelagie

Lampedusa è un pezzo d’Africa in Europa. Non è solo una immagine figurata ma è, prima di tutto, una verità sci...

  • Fabio Pace
  • 24 maggio 2021
Cala Tabaccara a Lampedusa
  • Lampedusa
  • Mare e Montagna

Cala Tabaccara a Lampedusa

La baia delle barche volanti

Lampedusa (anticamente Lopadùsa), l’isola più estesa dell’arcipelago delle Pelagie, ha una forma allungata e d...

  • Eleonora Monaco
  • 23 febbraio 2023
Pino Cuttaia
  • Licata
  • Personaggi ed interviste

Pino Cuttaia

Tecnica e cuore siciliano q.b.

Sensibilità, memoria e creatività sono alla base di una cucina fortemente legata al territorio di Licata. Pino ...

  • Laura Di Trapani
  • 3 agosto 2012
La coppola siciliana
  • Storia e Tradizioni

La coppola siciliana

Una tradizione contemporanea

Nata come accessorio dell’abbigliamento maschile siciliano, la coppola, col tempo, è divenuta un must. Inizialmen...

  • Paola Corso
  • 24 febbraio 2023
Il capone. Il pesce per eccelenza di San Vito Lo Capo… e di Hemingway
  • San Vito Lo Capo
  • Cibo e Sapori

Il capone. Il pesce per eccelenza di San Vito Lo Capo… e di Hemingway

A San Vito Lo Capo il capone è il pesce per eccellenza. Meglio conosciuto come lampuga, è un pesce azzurro, ritenu...

  • Antonella Poma
  • 18 maggio 2021
La mostra di Pietro Consagra a Villa Zito
  • Palermo
  • Eventi

La mostra di Pietro Consagra a Villa Zito

A Palermo la pittura dell’artista mazarese

dal 17 settembre al 4 dicembre 2022 - Pinacoteca di Villa Zito – PalermoPietro Consagra, considerato uno dei maggiori esponenti dell’astrattismo italiano, più noto come scultore ma altrettanto efficace e innovativo con pennelli e tele, viene celebrato in questi giorni, e lo sarà fino al prossimo 4 dicembre, in una mostra presso la Pinacoteca di Villa Zito a Palermo.

  • Fabio Pace
  • 26 settembre 2022