LAMPEDUSA: L’ISOLA AFRICANA

Il paradiso delle Pelagie

Lampedusa è un pezzo d’Africa in Europa. Non è solo una immagine figurata ma è, prima di tutto, una verità scientifica. Lampedusa, come l’Isola di Lampione e l’Isola dei Conigli, è un pilastro tettonico (un rialzo della crosta terrestre) dello zoccolo africano,

ISOLA DEI CONIGLI

mentre l’Isola di Linosa, che con le prime tre fa parte dell’Arcipelago delle Pelagie è di origine vulcanica ed appartiene alla placca siciliana.

LINOSA

Sta in questa verità geologica il fascino delle Pelagie, arcipelago transcontinentale e l’incanto di Lampedusa come luogo turistico.

L’ISOLA DELL’ACCOGLIENZA

Lampedusa è anche luogo simbolico di un fenomeno epocale: la migrazione di centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini in fuga da guerre, fame, povertà.

BARCA MIGRANTI

Lampedusa è oggi molto, molto di più che spiagge splendide, scogliere incontaminate, mare e sole.

La magnifica insularità di Lampedusa è stata infranta dalla Storia che ha marcato il suo passo ed impresso la sua impronta su questa comunità di poco più di seimila abitanti che per la solidarietà nei confronti dei migranti sono stati indicati da intellettuali, organismi internazionali, capi di Stato come candidati al premio Nobel per la Pace (insieme agli abitanti dell’isola greca di Lesbo).

A Lampedusa il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato il “Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo” dove vennero esposte opere d’arte e fotografie dedicate al tema dei migranti, affiancate da oggetti appartenuti alle cinquantadue persone morte soffocate nella stiva di un barcone, le stesse raccontate nella parte finale di Fuocoammare, docufilm di Gianfranco Rosi.

MUSEO

MATTARELLLA MUSEO

La forza di Lampedusa e dei lampedusani è, però, anche nella ricerca consapevole di normalità e di ordinaria quotidianità nella relazione con i turisti che affollano l’isola per fruire delle spiagge.

LE SPIAGGE DI LAMPEDUSA

Su tutte la Spiaggia dei Conigli, sulla costa meridionale dell’isola, che TripAdvisor colloca all’ottavo posto nella classifica mondiale delle spiagge più belle del mondo e al primo a livello europeo.

La Spiaggia dei Conigli, con di fronte l’isola omonima, è di sabbia bianchissima che contrasta con i colori intensi del mare ed è luogo di riproduzione delle tartarughe caretta-caretta. In alcune giornate porzioni di spiaggia sono interdette per preservarne le uova.

LAMPEDUSA: L’ISOLA AFRICANA

LAMPEDUSA: L’ISOLA AFRICANA

A ponente della Spiaggia dei Conigli c’è Cala Pulcino, anche qui sabbia bianca e mare limpido.
Procedendo dal centro abitato in direzione della spiaggia dei Conigli abbiamo:

  • Cala Maluk, dove un tempo i pescatori lavoravano le spugne;
  • la Spiaggia della Guitgia, la più vicina al paese;
  • Cala Croce che nella sua insenatura racchiude due spiagge;
  • Cala Madonna, indicata anche per le immersioni;
  • Un’altra spiaggia di finissima sabbia bianca è Cala Greca;
  • Cala Galera insenatura dal basso fondale tra due costoni rocciosi.

LAMPEDUSA: L’ISOLA AFRICANA

Sul versante nord orientale dell’isola ci sono invece Cala Pisana e la Spiaggia del Mare Morto così chiamata per le sue acque particolarmente calme.

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.