Viole e Sirranie. Pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime

I più amati per la frittura a Trapani

«‘a morti da pasta cu l’agghia è ‘cchi pisci fritti”
(La morte della pasta con l’aglio è con i pesci fritti)

I trapanesi pronunciano questa frase per indicare la bontà della pasta con il pesto alla trapanese, accompagnata con i pesciolini fritti. I più gettonati per la frittura, a Trapani, sono viole e sirranie, pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime. Il Mediterraneo offre alla città diversi tipi di pesce con peculiarità uniche.

Viole e Sirranie. Pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime - 1

La viola, ad esempio, chiamata anche “donzella di mare” o “minchia di re”, è un pesce molto particolare che in pochi conoscono. È ermafrodita, il che significa che nasce femmina, deposita le uova e diventa maschio, ed è caratterizzato da una livrea molto diversa nelle varie fasi di vita. Nelle prime fasi della sua esistenza è di colore marroncino o rossiccio sul dorso e bianco sul ventre, quando sta per avvenire l’inversione sessuale, spesso appare una linea gialla.

Invece nella fase finale in cui diventa maschio, i colori diventano più appariscenti e variopinti: una fascia arancione centrale, al di sopra della quale il colore dominante è il verde smeraldo e l’azzurro.
Al di sotto della linea arancione è presente una fascia azzurra e una bianca e al centro del ventre è presente una macchiolina nera.

“Minchia di Re” è anche il titolo di un romanzo, del trapanese Giacomo Pilati, liberamente ispirato ad un fatto accaduto a Favignana, da cui è tratto il film “Viola di mare”, storia di un amore impossibile tra due donne nella seconda metà dell’ottocento in una Sicilia arretratissima. Una giovane donna si finge uomo per sfuggire allo scandalo della sua omosessualità e accetterà la sua metamorfosi proprio come “La viola di mare” che cambia sesso nel corso della vita.

Viole e Sirranie. Pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime - 2

L’altro pesce che in genere nella frittura va in coppia con la viola, come scritto, è la sirrania, piccolo pesce della famiglia degli sciarrani che ha una colorazione marrone-arancio, una grande bocca una macchia azzurra sul ventre e delle striature color mattone e azzurre alternate.

È facile pescare questi pesci, occorrono una canna, l’esca tremolina, una barchetta e un giretto nel tratto di mare costiero compreso tra Pizzolungo e Bonagia, oppure vicino l’isola di Formica.

Viole e Sirranie. Pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime - 3

Per una frittura ad hoc, pulite le sirranie e lavatele assieme alle viole (che non hanno bisogno di essere eviscerate) mettetele a scolare in un colapasta, poi impanatele con un velo di farina di semola di grano duro e friggetele in padella con olio caldo.

La frittura non deve avvenire per immersione, ma in una quantità di olio tale da ricoprire la padella, in questo modo risulteranno più croccanti. Rigiratele da una parte e dall’altra e, quando i pesci avranno acquisito una colorazione bruna, scolateli su carta assorbente, salateli e serviteli ben caldi.

Viole e Sirranie. Pesci di piccola taglia dalle carni saporitissime - 4

Accompagnatele con un buon piatto di pasta con il pesto alla trapanese.

Ora anche voi potrete dire: «La morte della pasta al pesto alla trapanese è con la fritturina di pesce», meglio se di viole e sirranie.

Potrebbe piacerti anche

La valle del Belìce: la gastronomia  
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

La valle del Belìce: la gastronomia  

Nocellara, pane nero di Castelvetrano e vastedda

La Valle del Belice, nucleo della memoria del sisma che nel ’68 ne devastò la struttura sociale oltre che le abit...

  • Piero Rotolo
  • 7 maggio 2022
Il pane trapanese e le sue tradizioni: “cala u panaro”
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

Il pane trapanese e le sue tradizioni: “cala u panaro”

Storicamente, era importante che il pane durasse più giorni poiché i grani erano meno aggredibili dall’umidità ...

  • Francesca Adragna
  • 28 maggio 2021
Lo sfincione di San Giuseppe
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

Lo sfincione di San Giuseppe

Il dolce della tradizione

San Giuseppe, sposo di Maria, padre putativo di Gesù, ma anche protettore dei poveri e dei falegnami, è uno dei sa...

  • Antonella Poma
  • 7 marzo 2023
Cùscusu. L'ortodossia dice pesce ma …
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

Cùscusu. L'ortodossia dice pesce ma …

Dalle frequentazioni dei nostri pescatori nei porti e con i popoli del Maghreb, deriva la diffusione del cous cous n...

  • Antonella Poma
  • 4 agosto 2021
Le verdure spontanee che crescono in Sicilia
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

Le verdure spontanee che crescono in Sicilia

Burrania, Cavuliceddi, Tinnarume e Finocchietto

La generazione dei nostri nonni si nutriva delle cosiddette verdure spontanee che in Sicilia offrivano sostentamento...

  • Alessandra Caputo
  • 26 maggio 2021
Le cassatelle a brodo (i cassatedde a broru)
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

Le cassatelle a brodo (i cassatedde a broru)

La Regina della Pasta Trapanese

Nelle case trapanesi, le domeniche d’inverno, non può mancare l’inconfondibile odore di cannella e spezie del b...

  • Antonella Poma
  • 18 maggio 2021