Tonno rosso: il re delle Egadi

Secoli di arte culinaria nei prodotti di tonnara

Il piccolo arcipelago delle Egadi seduce all’istante per la bellezza delle coste e la trasparenza del mare. Fra queste isole, dove mito, storia e realtà si confondono in una magica sintesi, il turista riesce a riappropriarsi della dimensione del tempo.
Favignana, capoluogo delle Egadi, ha legato parte della sua storia all’epopea dei Florio, famiglia dell’aristocrazia siciliana che sull’isola ha sviluppato la pesca del tonno per secoli fulcro dell’economia locale.

Tonno rosso: il re delle Egadi - 1

Fino al 2007, nel periodo tra aprile e giugno, si rinnovava l’antichissimo rito della mattanza e le sere d’estate, nel silenzio del mare era possibile ascoltare le litanie che i tonnaroti sussurravano durante la pesca del tonno.

Adesso non è più così, a causa degli alti costi d’esercizio per avviare la tonnara e delle nuove forme di cattura (tonnare volanti) del tonno rosso, una delle specie ittiche più tipiche del Mediterraneo, prelibata e ricercata dalla cucina internazionale. Per queste ragioni e per la tutela ricevuta con la scelta delle quote massime annue di pescato, il tonno rosso (Thunnus thynnus) è un prodotto sempre più prezioso e raro e viene lavorato ormai da poche aziende.

Tonno rosso: il re delle Egadi - 2
“Mattanza” Ph: Peppe Di Salvo

Da sempre, a Favignana e lungo le coste trapanesi, il tonno rosso è protagonista delle abitudini alimentari locali, utilizzato nelle diverse preparazioni della cucina tradizionale.

Si può consumare fresco, aromatizzato con aglio e menta e con la salsa di pomodoro, come condimento per la pasta oppure al forno, o alla griglia servito come secondo con l’aggiunta del salmoriglio, composto da olio, succo di limone, origano, sale e pepe. Il taglio più magro del tonno (tunnina), si prepara in agrodolce, in carpaccio o in involtini.

Dalla lavorazione e conservazione del tonno, provengono numerose prelibatezze, come le pregiate uova di tonno, essiccate e salate, il cuore, la tunnina salata e la ficazza, salame di tonno abbastanza piccante.

La bottarga di tonno è una delle golosità più esclusive del territorio; va assaporata accompagnata da olio extra vergine di oliva e limone, lentamente per sentire i profumi del mare, il gusto del pesce fresco e del sale marino. Può essere consumata anche con la pasta, con pomodorini e menta fresca.

Questo cibo squisito va accompagnato da un buon vino bianco secco, catarratto o grillo.

Potrebbe piacerti anche

I Florio. La bella epoque della Sicilia Occidentale
  • Favignana
  • Storia e Tradizioni

I Florio. La bella epoque della Sicilia Occidentale

Fu a fine ‘700 che i fratelli Ignazio e Paolo Florio si trasferirono da Bagnara Calabra in Sicilia per iniziare le...

  • Francesca Adragna
  • 18 maggio 2021
La Mattanza di Favignana
  • Favignana
  • Storia e Tradizioni

La Mattanza di Favignana

Quando il mare si tingeva di rosso

La mattanza è l’antico sistema di pesca del tonno rosso praticato nelle tonnare di tutto il Mediterraneo. La mat...

  • Stefania Martinez
  • 25 luglio 2022
Marettimo: la festa di San Giuseppe
  • Marettimo
  • Storia e Tradizioni

Marettimo: la festa di San Giuseppe

U Patriarca

La celebrazione della festa di San Giuseppe, in Italia, è una tradizione secolare che affonda le sue radici fin dal...

  • Flavia Fodale
  • 24 maggio 2021
Frascatole, una rarità nel piatto
  • Favignana
  • Cibo e Sapori

Frascatole, una rarità nel piatto

La tradizione del Cuscusu "sbagliato"

La parola “frascatole” risale alla dominazione angioina, deriva dal francese “flasque” (tenero o molle), che...

  • Jana Cardinale
  • 31 maggio 2021
La viticoltura “eroica” di Favignana della Cantina Firriaro
  • Favignana
  • Mare e Montagna

La viticoltura “eroica” di Favignana della Cantina Firriaro

Il vino che viene dal mare

La Sicilia, terra ricca di contraddizioni, è uno scenario ideale per la viticoltura “eroica” di Favignana, la p...

  • Audrey Vitale
  • 20 maggio 2021
Tonnara Florio: da industria conserviera a polo culturale
  • Favignana
  • Personaggi ed interviste

Tonnara Florio: da industria conserviera a polo culturale

A Favignana trentamila metri quadrati di sapere

Fu il primo stabilimento, costruito nella seconda metà del XIX secolo, nel quale è stato sviluppato industrialment...

  • Fabio Pace
  • 4 luglio 2011