Aperitivo a San Vito. Il rito al tramonto

Il rito dell’aperitivo a San Vito Lo Capo fa da padrone e quello che fino a un po’ di tempo fa era un orario di attesa per la cena, oggi si è trasformato nel momento più entusiasmante e carico di aspettativa; sia per chi ha già programmato la serata, sia per chi deve ancora organizzarla.

Sunset

Dopo ore passate sotto i raggi cocenti, quando il sole scende verso il faro, ecco che dai locali adiacenti alla spiaggia si comincia a sentire musica di ogni genere e la gente si dirige a pochi metri dal bagnasciuga per gustare cocktail e assaporare prelibatezze locali, guardando lo scenario impagabile del tramonto.

Aperitivo a San Vito. Il rito al tramonto - 1

Happy Hour

L’aperitivo è una tappa fondamentale per trascorrere una serata indimenticabile e la sua filosofia è il “keep calm” cioè stai calmo, vivi la lentezza e assapora il tempo senza fretta e senza ansie; perché l’happy hour al tramonto è lento da consumare, tra un drink, un finger food e qualche panella ci si può organizzare per scegliere un ristorante per la cena, oppure si può conoscere gente nuova e spostarsi da un posto a un altro, scegliendo tra la varietà dei locali che si susseguono lungo il litorale o sulla via principale, tutti ricchi di prelibatezze locali, invitanti tartine con pesce, cous cous, arancine e panelle. È un’occasione per stare insieme, rilassarsi raccontando i dettagli della vacanza o programmandola, conoscendo nuovi amici.

Aperitivo a San Vito. Il rito al tramonto - 2

Insomma che fretta c’è? Piuttosto ci si rilassa aspettando che gli eventi si susseguano ma rispettando un unico imperativo: socializzare a suon di musica e senza sottostare a nessuna regola o forma da rispettare. Tutto si svolge all’insegna del relax e della libertà così c’è chi sceglie di bere un cocktail, chi coglie l’occasione per assaporare uno dei pregiati vini locali, chi opta per un abbigliamento semplice, chi predilige l’abito serale per poi continuare la serata o chi addirittura cambia il costume scegliendo quello di paillettes, perle o strass per impreziosire il momento e allungare la giornata in spiaggia.

Aperitivo a San Vito. Il rito al tramonto - 3

Ma è sicuramente la grande suggestione del tramonto e l’entusiasmo della splendida giornata trascorsa in spiaggia a trasmettere un’energia unica e a rendere il nuovo trend dell’aperitivo a San Vito ancora più cool!

Potrebbe piacerti anche

San Vito lo Capo: la patria del Caldofreddo
  • San Vito Lo Capo
  • Cibo e Sapori

San Vito lo Capo: la patria del Caldofreddo

La specialità di gelato esclusiva dei bar del paese. Tappa obbligata dopo una giornata di mare per rinfrescarsi con...

  • Manuela Laiacona
  • 4 luglio 2011
La pecora bollita. La cucina dei pastori
  • San Vito Lo Capo
  • Cibo e Sapori

La pecora bollita. La cucina dei pastori

Nell’immaginario collettivo della cucina popolare la pecora bollita appartiene alla gastronomia della Sardegna, pe...

  • Fabio Pace
  • 18 maggio 2021
Il capone. Il pesce per eccelenza di San Vito Lo Capo… e di Hemingway
  • San Vito Lo Capo
  • Cibo e Sapori

Il capone. Il pesce per eccelenza di San Vito Lo Capo… e di Hemingway

A San Vito Lo Capo il capone è il pesce per eccellenza. Meglio conosciuto come lampuga, è un pesce azzurro, ritenu...

  • Antonella Poma
  • 18 maggio 2021
Il couscous. La rivincita del piatto di semola.
  • San Vito Lo Capo
  • Cibo e Sapori

Il couscous. La rivincita del piatto di semola.

Il piatto principe della cucina trapanese è il couscous in brodo di pesce. Qualcuno si domanderà come mai una piet...

  • Laura Di Trapani
  • 4 luglio 2011
Il Marsala. Un gusto molto British
  • Marsala
  • Cibo e Sapori

Il Marsala. Un gusto molto British

Il Marsala è stato inventato dagli inglesi. Frutto di una serie di coincidenze fortuite e grazie ad una brillante i...

  • 1 giugno 2021

I fichidindia. Eredità dei borboni
  • Trapani
  • Cibo e Sapori

I fichidindia. Eredità dei borboni

La grande muraglia siciliana di fichidindia si inerpica per sentieri e strade di campagna. Lambisce case coloniche, ...

  • Giacomo Pilati
  • 8 giugno 2021