Le Saline Trapanesi

Il disegno dell'uomo nella natura

Nelle saline trapanesi natura e attività umane s’intrecciano in equilibri antichissimi, custoditi in un patrimonio unico, sia dal punto di vista ambientale, sia storico e antropologico.
I salinai, in secoli di ingegno e lavoro, sono riusciti a “disegnare” questa distesa di acque strappate al mare ed alle paludi, catturando l’energia del vento e quella del sole per coltivare l’oro bianco di Trapani: il sale.

Saline Culcasi - Ph: Valentino Photographer
Saline Culcasi - Ph: Valentino Photographer
Sale di Trapani
Sale di Trapani

Il regno della Biodiversità

Questo sistema di canali e vasche, vocato alla produzione e fonte di reddito per secoli, oggi è diventato il regno della biodiversità, con oltre 230 specie di uccelli: la metà dell’avifauna censita in Italia.
Passeggiare da queste parti, facendo birdwatching o fotografando gli incantevoli scenari tra mulini e cumuli di sale, rappresenta un’esperienza impareggiabile.

Oltre ai meravigliosi fenicotteri rosa, i cavalieri d’Italia, le avocette, le spatole, tanto per citare alcuni esemplari, nelle saline di Trapani è presente anche un’eccezionale varietà botanica: 450 specie alofile, tra le quali la rarissima calendula maritima, tra le piante gravemente minacciate di estinzione.

C’è poi una piccola cavalletta che vive solo da queste parti ed una farfalla endemica, la “tela dubia arceri”. La loro “casa” è la Riserva Naturale delle Saline di Trapani e Paceco, area protetta gestita dal WWF, impegnato nella salvaguardia di questo angolo di paradiso connubio tra habitat salmastri, di acqua dolce e della terra ferma, dove la presenza dei canneti, delle vasche, degli isolotti, delle praterie di piante offre paesaggi meravigliosi, incorniciati dai mulini.

La magia dei colori della Riserva delle Saline

I mulini, capolavori di ingegneria del passato, per secoli hanno permesso di sollevare l’acqua nel suo “viaggio” dai canali ai bacini. Un percorso che inizia dalle vasche “fredde” e dalle “retrocalde”, per continuare nelle vasche “ruffiane” e nelle “calde” e per concludersi nelle caselle salanti, dove il cloruro di sodio si cristallizza.

Un ciclo produttivo fatto di saperi e tradizioni secolari, giunto immutato a noi, e che da giugno ad ottobre colora questa distesa di acqua divisa da sottili linee: si va dal blu del mare, nei bacini più grandi e profondi, per arrivare al bianco del sale ancora da spalare o già sistemato sui cumuli nelle “aie”. Il viaggio dell’acqua è, quindi, scandito anche dal passaggio da una tonalità all’altra, con il rosa che ne diventa il cuore pulsante.

Mulino - Riserva delle Saline - Trapani
Mulino - Riserva delle Saline - Ph: Mario Torrente

A rendere rosa le vasche è una microalga, la dunaliella salina, di cui si nutre un piccolo crostaceo, l’artemia salina. È proprio questo gamberetto, alimento dei fenicotteri, che ne colora le piume grazie ai carotenoidi prodotti dalla microalga. La catena alimentare del rosa, insomma.

I mille ettari della Riserva delle Saline sono caratterizzati anche dalle sfumature che “dipingono” il cielo e il tramonto, riflettendosi nelle vasche che catturano, quasi fossero macchine fotografiche, lame di luce, bagliori, baluginii, colori.

Stessa magia, ma con più silenzi ed il concerto del risveglio della natura, ai primi raggi di luce, durante le albe, con le prospettive che si spostano verso Erice ed i monti trapanesi. Bellezza allo stato puro!

Tramonto alle Saline
Tramonto alle Saline - Ph. Mario Torrente
Le Saline Trapanesi - 1

Potrebbe piacerti anche

Le Chiese più belle di Trapani
  • Trapani
  • Territorio e Architettura

Le Chiese più belle di Trapani

Breve itinerario

Le chiese più Belle di Trapani che vale la pena visitare sono tante. Alcune veri gioielli architettonici, o scrigni...

  • 20 luglio 2022
I Tramonti di Trapani
  • Trapani
  • Esperienze e Itinerari

I Tramonti di Trapani

I mille volti del sole

Chi non s’è fermato ad ammirare un tramonto o non ha approfittato dei suoi magici colori per rendere speciale un ...

  • Paola Corso
  • 18 maggio 2021
Pescaturismo a Trapani
  • Trapani
  • Esperienze e Itinerari

Pescaturismo a Trapani

Un’esperienza di vita in mare

Fare “pescaturismo” non è solo un modo di trascorrere una giornata in barca ma è, principalmente, un’esperie...

  • Laura Di Trapani
  • 4 luglio 2011
La Scuola di Cucina Nuara
  • Trapani
  • Esperienze e Itinerari

La Scuola di Cucina Nuara

Cos’è Nuara? È tradizione, convivialità, amore per il cibo, cultura e didattica. Nuara è una Scuola di Cucina ...

  • Flavia Fodale
  • 1 luglio 2016
Spiagge in provincia di Trapani: baie e calette di cui innamorarsi.
  • Trapani
  • Mare e Montagna

Spiagge in provincia di Trapani: baie e calette di cui innamorarsi.

Tramonti indimenticabili

Quali sono le spiagge della provincia di Trapani da non perdere? Se state programmando una vacanza in Sicili...

  • Federica Barbera
  • 20 luglio 2022
Fare aperitivo a Trapani e dintorni: dal centro storico al tramonto sul mare
  • Trapani
  • Esperienze e Itinerari

Fare aperitivo a Trapani e dintorni: dal centro storico al tramonto sul mare

Fare aperitivo a Trapani richiede sempre una difficile scelta: mare o centro storico, vino o cocktail di qualità, p...

  • Federica Barbera
  • 13 agosto 2020