Bruschette con pomodorini e Bottarga

L'elevazione gastronomica del Tonno Rosso

La bottarga, l’uovo di tonno, alimento prelibato, fu inserito da Francois Rabelais, già all’inizio del Rinascimento nella dieta di Gargantua appena risvegliatosi (Gargantua e Pantagruel).
L’uovo di tonno, messo sotto sale e soppressato per farne uscire gli umori, è il simbolo dell’evoluzione in senso antropologico della gastronomia: quando il cibo da primordiale esigenza di sopravvivenza è divenuto occasione di convivio, allora sulle tavole sono arrivati anche quei prodotti che più del fabbisogno alimentare appagavano il gusto dei commensali.

Prelibatezza gastronomica raffinata, saporita, destinata alle mense più agiate rispetto alla popolare tunnina, pezzi di carne sotto sale o in salamoia, la bottarga di tonno ha seguito l’evoluzione dei costumi e delle economie mediterranee, caratterizzando il territorio ove tradizionalmente è stata prodotta; essendo destinata in buona parte alla esportazione sui mercati nazionali ed esteri, contribuisce a divulgarne la storia, la cultura, le tradizioni, in un percorso circolare che parte dall’uomo neolitico e arriva al pretenzioso industriale di Tokio, che acquista per centinaia di dollari al chilo quell’enorme pesce che porta con sé il colore del mare e del cielo mediterraneo e che sulle tavole del Sol levante diverrà apprezzatissimo sushi.

Bruschette con pomodorini e Bottarga - 1

INGREDIENTI

• Pane tipo casereccio

• Pomodoro ciliegino

• Bottarga di tonno

• Basilico fresco

• Sale

• Pepe nero

• Olio evo

• Aglio

Bruschette con pomodorini e Bottarga - 2

PREPARAZIONE

Tagliate le fette di pane con spessore di circa un centimetro e tostatele in forno.
In una terrina mettete il pomodoro ciliegino tagliato in quattro, il basilico tritato, il sale, il pepe e l’olio e fate insaporire.
Tagliate la bottarga a fettine sottile.
Disponete su un piatto da portata il pane ancora caldo, prendete uno spicchio d’aglio pelato e strofinatelo sulla parte della fettina di pane che poi verrà coperta dal resto del condimento, aggiungete il pomodoro condito, una o due fettine di bottarga e un filo d’olio.

Potrebbe piacerti anche

Raù di runcu cu l’agghia e muddrica (Ragù di gronco con aglio e mollica)
  • Ricette

Raù di runcu cu l’agghia e muddrica (Ragù di gronco con aglio e mollica)

INGREDIENTI 500 grammi di busiate o gnocculi cavati, 500 grammi di gronco (quattro fette), vino bianco secco, due...

  • 6 luglio 2018
Il cacio all'argentiera
  • Palermo
  • Ricette

Il cacio all'argentiera

• 2 fette di caciocavallo fresco • 2 cucchiai di aceto bianco • 1 spicchio d’aglio • origano qb ...

  • Valentina Schirò
  • 22 febbraio 2023

L’insalata di limoni
  • Ricette

L’insalata di limoni

A ‘NSALATA RI LIMUNA

L’insalata di limoni è un piatto povero, tipicamente Siciliano. Gusti forti, accesi da accostare a del buon pane ...

  • 4 giugno 2021
Calamarata con Pistacchi di Bronte e Gambero Rosso
  • Ricette

Calamarata con Pistacchi di Bronte e Gambero Rosso

difficoltà bassa preparazione 15 minuti cottura 20 minuti Ingredienti per 4 persone -Pasta tipo calamarata o ...

  • 6 luglio 2018
Sarde a beccafico
  • Ricette

Sarde a beccafico

Le “sarde a beccafico” altro non sono, nel nome e nella elaborazione, che una imitazione povera dei piatti di ca...

  • 26 maggio 2021
Caponata di melanzane
  • Ricette

Caponata di melanzane

Ingredienti per 6 persone 4 melanzane nere 1 cuore di sedano con le foglie 100 g di olive verdi snocciolat...

  • 9 giugno 2021